Direttiva europea sulle plastiche monouso, il recepimento italiano

Aggiornamento: 17 gen



14 gennaio 2022.


L'Italia recepisce la Direttiva europea (con data 3 luglio 2021) sulle plastiche monouso. Scatta quindi il divieto di immettere al consumo prodotti in plastica monouso. Si salvano, per il momento e per il recepimento italiano, i prodotti realizzati in materiale bio-degradabile e compostabile per alcune specifiche situazioni (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Parte Prima, martedì 30 novembre 2021, DECRETO LEGISLATIVO 8 novembre 2021, n. 196. pag 9). Rimane comunque valido l'utilizzo delle scorte esistenti fino all'esaurimento. Non si tratta quindi di un divieto tassativo, ma di una progressiva riduzione dei rifiuti da plastica con alcune deroghe sulle quali i ragionamenti continueranno.


Si ricorda che l'obiettivo della norma europea rimane quello di spingere "verso l’istituzione di un’economia circolare in cui la progettazione e la produzione di plastica e di prodotti di plastica rispondano pienamente alle esigenze di riutilizzo, riparazione e riciclaggio, e in cui siano sviluppati e promossi materiali più sostenibili" (Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, 12.06.2019).



88 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti